... E l'imbattibilità

.... ce la siamo giocata, insieme alla Coppa Italia. Così, per gradire, il primo obiettivo ce lo siamo fumato. Non so se per bravura dei Diener o per sufficienza nostra: mi sa per tutt'e due le cose, e quando ci siamo trovati indietro abbiamo arrancato, non riuscendo a ricuperare la freddezza mostrata contro le grandi europee. Adesso tiferò per gli amici sardi, visto che Cantù ha fatto la nostra stessa fine e Roma idem. Siena no, vi prego no: sarebbe la peggiore delle beffe, visto che già rischiamo di trovarci in testa alla Lega il buon Minucci. Ora, un bel mea culpa e tiriamo dritto: anzi, facciamo della rabbia accumulata, energia buona per i Catalani e per il prosieguo della stagione.

Read More…

Una Pausetta

Solo quattro mesi, cosa vuoi che siano: una final four sfiorata con quelli che poi hanno vinto, uno scudetto vinto ma non così facilmente come si pensava e una figura rischiata grazie al neurone impazzito di un giocatore che costringe la società a tornare sul mercato per rimediare ai sei mesi di squalifica rimediati... Poi il mercato, perchè tra contratti in scadenza e giocatori portati via ci troviamo senza lo straniero più importante, Langford e quello che ci ha fatto vincere e rimontare enne volte, Jerrells. Per non parlare delle scelte tattiche, tipo un numero quattro più sostanzioso dei due egregi Kangur e Wallace, e di un centro più europeo da affiancare a Samuels. Sinora, visto che non si può leggere nel cervello dei giocatori, palmarès alla mano, tra conferme e arrivi, non stiamo malissimo. Ancora in casa Gentile, Moss, Cerella, Melli, Hackett (in Eurolega ma in campionato no per la squalifica), Samuels. Poi arrivati : Ragland, playmaker da Cantù, Kleiza da Fenerbahce e l'omone Shawn James dal Maccabi campione d'Europa.... Io lo scudetto, da Rio, l'ho festeggiato così...

Schermata 2015-01-14 alle 14.04.18

Read More…